Il mio segreto

a

Prende forma il mio segreto

mentre nella tua dolce assenza

giorno dopo giorno

mi smarrisco e penso

.

Ti osservo e poi mi perdo

nel tuo mondo di velluto sconosciuto

e ti fascio coi nomignoli più dolci

 e probabili mestieri

.

Quaranta minuti

che troppo in fretta si dissolvono

e daccapo forma prendono

quando è di nuovo giorno

.

Illudendomi di gioia

d’improvviso dal tuo fare

magneti screziati si sollevano

invadendomi di mare e desiderio

.

Inatteso è il battito

cuore al posto della gola

dissolvendo nell’adesso

sogni e voglie della mente

.

Tradimento che mi strappa

quando il verde dei tuoi occhi

trasognato tra la folla s’allontana

agrodolce che mi sballa nell’attesa del domani

.

tiziana mignosa

marzo duemiladodici

.

Nota: questa poesia nasce dal desiderio di ribaltare una situazione banale in una colorata.

Gli uomini, prima di tentare di conquistare una donna, dovrebbero sentire e vedere con il cuore di una donna. Questa poesia l’ho scritta dopo aver notato che molto spesso non sono in grado di farlo nella maniera migliore!

Titolo originale: Le parole che avrei voluto leggere

 

Annunci

E un davanzale spoglio

a

E’ stato un attimo

in questo spicchio di giorno

destinato al passato

percepire la voce del tempo

che sulle stesse scale

bagnate oggi di pioggia

mi ha riportato al sole

.

E passi

e risa e gioia

e mani che si cercano

per Amare verso la fuga

e un davanzale spoglio

pieno solo di polvere e ricordi

oggi

.

tiziana mignosa

novembre duemiladodici

A volte ciò che il mondo prima appare

a

Arriva sempre il tempo in cui

anche l’acqua s’incrina e perde sostanza

come nuvola rosa

che di morbidezza al cielo ride e dopo fugge

a volte ciò che il mondo prima appare

poi dissolve

.

Ma ciò che realmente è

tale rimane

come il sole che continua

a soffiare giallo ardore

nonostante il grigio sleghi il gusto dal calore

.

Come radici

che nel cuore della terra Amore cercano

tutto ciò che di verità nutre e si disseta

continua ad essere anche senza la sua forma

         .

tiziana mignosa

gennaio duemiladodici

I desideri non realizzati

1896988_275435109289341_743782689_n

Quando il vorrei

non si bacia presto

con l’adesso faccio

l’intenzione difficilmente conoscerà l’azione

.

Desideri espressi

ma non per questo benedetti

che nel silenzio vanno a finire

nella stanza del dimenticatoio

.

Luogo senza brio

dove ammassati giacciono

tutti gli altri sogni

invocati e mai realizzati

.

Spinto da malinconia gentile

è il pensiero quando li va a cercare

coi sorrisi accesi di languore

o sospiri di sollievo per non essersi mai avverati

.

Sono desideri lanciati in cielo

ma essendo senza autentica sostanza

come palloncini senza spinta

alla terra tornano svuotati

.

tiziana mignosa

settembre duemiladiciassette

Margherita nel deserto

margherita

E mi sento

margherita nel deserto

quando l’erba che m’ha visto crescere

è casa solamente nella forma

.

Linguaggi differenti

nella stessa stanza

le distanze divaricano il sentire

ma non il cuore

.

e sono spine

-solo sulla terra-

che ad Amare insegnano

ogni forma di amaro stridimento

.

tiziana mignosa

ottobre duemiladiciassette

Note: a volte ci si sente estranei nel posto che dovrebbe essere casa

La tenerezza

nostalgia

La tenerezza di un’azione

a volte ha quel magico potere

di cancellare

chilometri di nastro  arrotolato male

.

Dolce è quel tepore

che l’attimo ingentilisce

e i successivi frena sullo sbocciare

.

quando la vita nel frattempo scorre

mentre col languore torni ad afferrare

quel sospiro venuto bene

e che ancora non riesci a lasciare andare

.

tiziana mignosa

febbraio duemilaundici

Due ore e trenta

13778_10153265627854273_8074908393149805178_n

Quanto l’ho atteso

quel tempo e le mie mani

conche avide sul piacere

che d’entusiasmo infiocchettano lo stupore

.

E’ figlio degli anni della pioggia

il pensiero a disco rotto

che nel giro del compasso

mi restituisce il tolto

.

Passato e paradiso

fanno la pace col presente

come se nemmeno una

fosse la luna transitata in tondo

.

Ma è inganno agli occhi

e il cuore freme

stesso addobbo della carta

voglia di scartare il pacco

.

Due ore e trenta

sguardo dietro e languore avanti

l’estate è ritornata

allora è bene anche l’abbaglio

.

E’ pieno il gusto

ma ha lo spazio di un gelato

due ore e trenta

e poi è scivolata

.

tiziana mignosa

agosto duemiladieci